Una notte d'estate ed alcuni pensieri

  •  
  • 120
  • 5
  • 1
  • Italian 
Aug 31, 2017 22:07
Mia carissima amica,

Dopo cena ho uscito nel giardino. Il cielo è stellato e l'aria ha una freschezza estiva. C'è qualcosa in questa notte che mi fa ricordare le notte di state in Spagna. È strano avere nostalgia di una terra che non mi appartiene. Sento come se nessun paese fosse “il mio", perché tutti i luoghi sono solamente scenari provvisori in una lunga tragocommedia. Qual è il mio avvenire? Non parlo di cose come terminare i miei studi, lavorare, e così via. Mi riferisco piuttosto a quello che cerco in questo “viaggio" senza sapere cos'è: lo troverò? So che mi capisci. Abbiamo molte domande ma nessuna risposta, e questo fa della vita un enigma. Cosa dobbiamo fare: ignorarlo, ammirare la sua bellezza (nata dal fatto che non ha mai una risposta chiara, definitiva) oppure non cessare mai di trovare la chiave della risposta?

Forse la vita non è abbastanza lunga e noi abbiamo solamente un po' di tempo per fare domande, ma non per risponderle.
Ora noi ricordiamo a quelli che hanno lasciato questo mondo. Domani noi stessi saremmo un ricordo, una fotografia polverosa nella memoria di alcun altro che può vedere ancora il sole.
Ora vediamo, amiamo, pensiamo... E poi?

Non so perché, ma sempre ho questi pensieri dopo il tramonto. La luce del sole nella mattina mi fa dimenticare tutto questo. La chiarezza del giorno è il simbolo della vita quotidiana, con le sue piccole preoccupazione e momenti di felicità.

Ma preferisco queste riflessione notturne alla cecità del giorno. E tu?

La luce è fioca, quindi è difficile scrivere. Ti racconterò più la prossima volta.

Un forte abbraccio della tua amica insonne.